1.07.2017

Pesca nel canale Vacchelli



 Nasce dall’Adda all’altezza di Spino d’Adda, passa Crema,  e dopo alcune decine di chilometri si disperde nella pianura cremasca e bergamasca in tanti piccoli canali e rogge, utili per l’irrigazione dei campi nella stagione primaverile – estiva. Il canale Vacchelli (altresì detto canale Marzano) è un canale irriguo della provincia di Cremona, fortemente voluto dal senatore Pietro Vacchelli e realizzato tra il 1887 ed il 1892 dal Consorzio irrigazioni cremonesi. Il canale è lungo 35 chilometri.
La sua portata massima  è di 39 metri cubi di acqua al secondo e consente l'irrigazione di un'area di ottantamila ettari circa. Il Vacchelli deriva dall'Adda in località Marzano-Bocchi, nel comune di Merlino (in provincia di Lodi), ove si utilizza una chiusa del fiume per convogliare le acque nel canale, presso la morta del Bocchi che dà il nome alla località. Attraversa quindi la pianura cremasca con andamento nord ovest-sud est passando per Spino d'Adda, Palazzo Pignano, Vaiano Cremasco e Trescore Cremasco, per poi giungere a Crema di cui attraversa, pensile, la periferia settentrionale. Scavalca il fiume Serio mediante un ardito ponte e quindi prosegue verso Salvirola. Qui il suo corso si divide: un braccio va a confluire nel Naviglio di Cremona, mentre il ramo principale prosegue verso sud ovest terminando alle Tombe Morte, 

 Grazie alla scelta del Consorzio irrigazioni cremonesi di limitare al minimo gli scarichi fognari che entrano nel canale, la acque hanno conservato una buona qualità e sono ricche di fauna ittica pregiata: trote marmorate, temoli, alcuni dei quali addirittura nidificano nel Vacchelli, inoltre è possibile trovare cavedani,Barbi,scardole , carpe e rarissimi lucci italiani.
Il canale è difatti méta di alcuni recuperi volti alla conservazione delle specie ittiche autoctone. Noi vi abbiamo pescato appena a valle del ponte appena fuori dal centro città di Crema a ledgering con classici bigattini, ami N 16 e finale del N 14, sopra un tappetto di barbi di piccola/media grandezza, alcuni cavedani,scardole e pighi
. Pesca a feeder con pastura classici attorno ai 50 gr e abboccate a ripetizione con postazioni vicinissime al ponte e come spettatrice mia moglie che si dilettava a fare l’ uncinetto ed aiutarmi a dissipare qualcuno dei miei soliti ingarbugli.
La pesca è possibile anche a galleggiante ma con molta meno resa secondo la mia esperienza data la trasparenza dell’ acqua e la profondità non eccessiva almeno quel giorno.. Divieto di trattenere eventuali trote marmorate.

Negozio di pesca:
Mady pesca di Sambusiti Maddalena26013 Crema (CR)
 via barelli 17/A
tel: 0373 202881


Il canale è presente in internet anche al link: http://fishingmania.it/feeder-barbi-tricolore-vacchelli/


Video



https://www.youtube.com/watch?v=6Zowbf5Xeq4

https://www.youtube.com/watch?v=tFWivFxti74







Trentino- Trote (ma non solo)-turismo e Mountain Pike

Walter&Walter La figlia di Walter Arnoldo Ad inizio luglo 2017 parto alla volta di Levico Terme e del suo lago ...