spinning


domenica 25 ottobre 2015

Pescare nel lago di Levico

Questo è il seguito del lago di Caldonazzo (http://www.pescambiente.blogspot.it/2015/10/pescare-nel-lago-di-caldonazzo.html) che esso stesso è il seguito del lago di Cavedine (http://pescambiente.blogspot.it/2015/08/pesca-al-lago-di-cavedine-tn.html)
Il lago di Levico è un lago del Trentino, che si trova accanto al Lago di Caldonazzo, da cui è separato dal Colle di Tenna.
Il lago è rinomato in quanto sorge accanto alla località termale di Levico Terme.
Il lago di Levico si è formato in tempi relativamente recenti, a causa dello sbarramento alluvionale del tratto di valle compreso fra il colle di Tenna e la Canzana da parte del rio Vignola e del rio Maggiore, gli unici immissari esclusi alcuni ruscelli spesso senza nome, eccetto il cosiddetto Marlezzo che segnava, storicamente, il confine fra Levico e Pergine.

Le sue sponde ospitano un lido e un annesso parco molto grosso e dotato di attrezzature, nonché caratteristici canneti. Il lago è sufficientemente esteso per garantire una relativa mitigazione del clima, specie nella zona più vicina ad esso.

Per l'anno 2013 il Lago di Levico, unico nella regione Trentino Alto Adige, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento internazionale Bandiera Blu della FEE (Foundation for Environmental Education ovvero Fondazione educazione ambientale), grazie alle limpide acque, alla spiaggia e alle politiche di gestione turistico-ambientali ecosostenibili di questa risorsa da parte del comune di Levico Terme.

Altitudine 440 m s.l.m. Dimensioni Superficie 1,2  km²  circa Lunghezza quasi 3 km Larghezza quasi 1 km Profondità massima 38 m  Immissari principali Rio Vignola, Rio Maggiore Emissari principali Brenta (con Lago di Caldonazzo)
Per l' alloggi, nonostante la zona pupuli di ogni tipologia di alloggio  converrebbe per un pescatore  sistemarsi presso l' hotel di Walter Arnoldo che è un gran pescatore e che trovate al link: http://www.hotelsport.it/sport-trentino/pesca-trentino/pesca-trentino.asp

Molte sono le specie di pesci presenti nelle acque come la trota, il luccio, la carpa, tinca e il persico. In meno di una ora di pesca, verso sera dopo che i bagnanti erano tutti andati a cena ho preso a galleggiante con grosso verme un bel cavedano
e ho  visto tornare due  pescatori colla barca che avevano catturato una bella trota e un luccio  e mi hanno detto che il lago era pescoso  e che il paesaggio verde del lago è circondato dalle montagne bellunesi, le famose Dolomiti, ammaliava anche loro seppur da 20 anni facevano qualche giorno di ferie nel luogo.

Sistemiamo l’ auto all’ imbrunire ed ecco dopo un po’ la sorpresa: Un odore di grappa molte forte. Cosa era successo?  Le 2 bottiglie di grappa erano state  messe nel classico cartone e tappate a mano e senza manco un nastro isolante fra tappo e bottiglia e cosi’ una di queste aveva perso quasi l’ intero contenuto. (vedere l' inizio nell' itinerario sul lago di Caldoncaz...Ops Caldonazzo)Naturalmente una volta a casa proteste telefoniche e il gestore dell’ Agritur ad arrampicarsi sui vetri per discolparsi; Feci relazioni negative nei vari siti turistici (Advisor in primis) e dopo un mese arrivo una bottilia di grappa con l’ aggiunta di una di vino bianco; Non penso sia stato lui a spedirle ma la cantina di Toblino….

Per altre info sui regolamenti e la popolazione ittica vedere il link



ove indicato vi sono anche 2 negozi di pesca


Video