spinning


mercoledì 5 marzo 2014

Pescare nel lago di Mergozzo











Mergozzo è un comune italiano di 2.150 abitanti circa   della provincia del Verbano Cusio Ossola in Piemonte, affacciato sul lago omonimo.  Il lago in  tempi antichi (fino al 1500 circa)  era l'estrema punta del braccio occidentale del lago Maggiore, ma le continue inondazioni del Toce, immissario di quest'ultimo, formarono un braccio di terra che divise i due bacini. Il lago, benché di piccola dimensione(1.84 kmq) , raggiunge la profondità di 74 metri. E’ collegato al Verbano con un canale di piccola profondità che versa le acque nel Verbano essendo più alto dello stesso di quasi di 2 metri del più noto Verbano. Confluiscono nel Lago di Mergozzo il rio Rascina e il rio Valle dei Noci, ed il fiume che bagna la terra di Mergozzo, e ne delimita i confini per lunghi tratti: il Toce, i cui affluenti sono il rio Pra del fico, il rio Fighera, il rio Nibbio, il rio Bettola, il rio Albo e il rio Candoglia. Siamo (io e la moglie) con Ruggero Nibbio classe 1964  presidente dell’ ass pesc Mergozzo da 22 anni e facente parte della stessa da quando ne aveva 15. Siamo al 1 marzo 2014 e fuori diluvia letteralmente e la semina in programma è rinviata e ci rinchiudiamo nell’ incubatoio locale posto sotto al comune.






_In che anno è nata l’associazione? Quanti soci contava nel 2013?

Nel 1974 con atto notarile formata da 15 persone. Siamo arrivati anche a 300 soci purtroppo ridotti adesso a 60 unità di cui una decina pesca nei torrenti.




_Il DeP è dell’ associazione stessa o del comune? Nella seconda ipotesi in che modo e maniera viene gestita da Voi dell’ assoc..(affitto, comodato gratuito?)? Da quanto esiste questo DeP e da chi fù donato?

Il DeP è del comune dal 1630 ed era stato gestito dalla FIPSAS per 40 anni che poi ha lasciato qualche anno fà. Noi dell’ AP Mergozzo la gestione successiva fino ad adesso.


_Pesci presente nel lago?

Essendo acque pregiatissime abbiamo coregoni e il nostro vanto che è il Salmerino Alpino. Abbiamo anche trote anche se non è propriamente un lago da trote e le numerose immissioni di trote di tutti i generi fatte da decine di anni non hanno dato i frutti sperati. Abbiamo lucci anche se specie quelli dell’ est;
i lucioperca sono presenti grazie alla loro risalita dal lago Maggiore attraverso il canale di collegamento.
Purtroppo lo stesso canale porta le carpe del Mergozzo al Verbano. Comunque vi sono moltissime varietà di pesce compreso belle tinche nel canale e vicino adesso, Black Bass e persici reali
. Oltre a ciprinidi come cavedani e gardon



_ Che attività svolge l’ associazione?

Oltre a gestire l’ incubatoio posto sotto il comune posiamo le fascine e organizziamo ad inizio luglio la pesciolata anche per reperire fondi. L’ incubatoio produce coregoni e trote. 4 milioni circa di coregone e 10-15.000 le trote. Le trote vengono fatte crescere oltre i 10 cm per un annetto circa.
I piccoli di coregoni vengono in parte immessi in speciali gabbie nel lago per circa 3-4 mesi e attraverso una luce artificiale attiriamo il placton.




 Gli altri vengono fatti crescere in incubatoio per qualche mese attraverso l’ artemia salina.




_Avete guardie con decreto prefettizio a sorvegliare il lago?

No purtroppo in tutto il VCO non ci sono fondi per questo.

_Tu come peschi?

Ho introdotto la pesca al coregone ma non la attuo col cannino a spalla ma a mano; Si solleva lentamente e delicamente di un 20 cm l’ amettiera (imitazioni di chironomidi) e poi di altri 20…….L’ abboccata del coregone è impercettibile e il cimino può abbassarsi o  alzarsi. Il bello è il recupero dove si deve salpare lentamente magari da oltre 30 metri un pesce dal labbro delicato.


Ma si pesca da terra anche?

Si’ ma non nel lago ma nel Toce al momento della risalita col pasturatore e il bigattino

-Lucci ne hai presi?

Scherzi???????? Ho un record di 17 Kg e svariati di qualche kg in meno. Li vedi imbalsamati nel mio hotel. Ho il record anche della trota con un 8.8 kg e una altra di poco meno.
Quasi 20 KG

Le catture più difficili?

Due trote oltre i 5 kg collo 0.14…..Una il giorno dopo l’ altro!!



-
-Dove si reperiscono i permessi?

Negli esercizi locali compreso il mio hotel; Prezzi contenuti e info nel sito dell' associazione il cui link troverete sotto 

















Video
intervista

Video N 2 

Video N 3 



Navigazione vietata con motori a scoppio. Purtroppo non vi è nessuno che affitta barche.



Pagina Facebook del presidente

https://www.facebook.com/ruggeroroger.nibbio?fref=ts

mangiare dormire

http://www.hotelduepalme.eu/

Buoni pesca in stesso Hotel (Chiuso in inverno...meglio telefonare)

Video










Da vedere: Il simbolo  di Mergozzo è sicuramente l'Olmo, una pianta secolare, completamente cava, che si trova sulla riva del lago al centro della piazza principale del paese.
L'Olmo era già presente a Mergozzo dal 1600 come testimonia la più antica raffigurazione del paese conosciuta: la pala d'altare della Madonna del Rosario. Anticamente sotto di esso le autorità locali si riunivano per le decisioni riguardanti la comunità e per amministrare la giustizia.


A Mergozzo sono presenti due musei: Il museo archeologico che presenta tutti gli aspetti dei popoli antichi che abitavano l'Ossola.e L'ecomuseo del granito di Montorfano dedicato alla primaria forma di economia locale: la lavorazione e l'estrazione della pietra granitica. Dalla piazza del paese un sentiero segnato permetti di intraprendere una gita di sicuro interesse artistico, dopo circa un'ora di cammino lungo una mulattiera medievale si giunge al villaggio di Montorfano, immerso nei boschi di castagni, che vanta forse la più interessante e meglio conservata chiesa romanica della zona, intitolata a San Giovanni Battista (XI-XII secolo). All'interno e all'esterno della chiesa, recenti scavi archeologici hanno messo in luce tracce di edifici preesistenti databili al V-VI e IX secolo. Poco distante si trova un belvedere suggestivo da cui la vista può spaziare sul golfo Borromeo, sull'estuario del fiume Toce e sull'area della Riserva Naturale speciale dei canneti di Fondotoce. Un'altra piacevole escursione è quella attraverso una mulattiera militare che parte dal ponte sul fiume Toce, nei pressi del bivio di Mergozzo, conduce alla vetta del Montorfano e permette un circuito alla scoperta di un tratto della linea Cadorna.